E intanto il numero di miliardari continua a salire

17 Settembre 2014, di Redazione Wall Street Italia

NEW YORK (WSI) – Verrebbe da pensare che crisi e recessione sono il contesto ideale per arricchirsi per chi ha già un patrimonio invidiabile.

Il club dei ricconi continua infatti a espandersi senza sosta. Secondo il censimento 2014 dei miliardari, effettuato dalla società di ricerche di Singapore Wealth-X in collaborazione con la banca svizzera UBS, ora ci sono al mondo 2.325 persone che possono vantare almeno un miliardo di patrimonio netto quest’anno.

I dati risalgono a fine giugno. I paperoni sono 155 in più rispetto al 2013, per un rialzo del 7% da giugno dell’anno scorso.

Il profilo tipo del miliardario moderno è: maschio (sono l’88% della graduatoria), 63enne, con un patrimonio che si aggira intorno ai 3,1 miliardi di dollari.

Più della metà del club dei ricconi (il 54%) si è “fatto da solo”, mentre il restante gruppo ha ereditato la sua fortuna almeno in parte, se non del tutto.

Il patrimonio medio dichiarato è del 4,4% più alto rispetto a dodici mesi prima. Un grosso aiuto lo hanno offerto i lauti guadagni in Borsa. L’indice allargato dell’azionario Usa S&P 500, per esempio, ha garantito ritorni del 20% nello stesso lasso di tempo.

Un altro dato interessante: il 3% del patrimonio dei miliardari è legato alle attività e investimenti nel mercato immobiliare. Il miliardario tipo detiene quattro case, ciascuna del valore di 23,5 miliardi.

Un altro 2% del patrimonio viene dai beni di lusso, come yacht, aerei privati, opere d’arte o asset che hanno a che fare con lo sport. Uno su 30 per esempio è proprietario di una squadra di calcio o di un cavallo da corsa.