E-COMMERCE: L’ITALIA SOLO 22ESIMA NEL MONDO

10 Maggio 2001, di Redazione Wall Street Italia

Un nuovo sondaggio tra le 60 maggiori economie mondiali ha rivelato che l’America e’ il Paese piu’ preparato all’e-commerce.

Lo studio, compilato dall’Economist Intelligence Unit (EIU) insieme con Pyramid Research ha classificato le economie in base a quanto siano in grado di promuovere opportunita’ commerciali basate su Internet attraverso le loro infrastrutture per la telecomunicazione, la sicurezza delle transazioni utilizzando carte di credito e l’abilita’ della popolazione di utilizzare computer e apparecchi per la Rete.

Era piuttosto prevedibile che il primo posto andasse agli Stati Uniti, ma la classifica contiene varie sorprese.

Subito dopo gli Usa, infatti, si piazza l’Australia, seguita dal Regno Unito – il leader in Europa.

Tra “i leader” dell’ e-business si classificano anche i Paesi nordici, Singapore e Hong Kong, mentre l’Italia raggiunge solo il 22 posto dopo la Corea del Sud e appena prima della Spagna, posizionandosi quindi tra i Paesi “aspiranti” alla leadership – quelli cioe’ che presentano infrastrutture soddisfacenti e un buon clima per gli affari, ma che ancora hanno alcuni problemi da risolvere.

Il sondaggio suddivide i Paesi analizzati in altre due categorie: i “seguaci” – che hanno iniziato a creare un ambiente ideale all’e-business, ma che necessitano di ancora molto lavoro, e i “ritardatari” che rischiano di essere lasciati indietro.

L’EIU ha rivelato che spesso la dimensione del Paese e’ irrilevante – l’India si classifica 45esima nonostante il numero dei suoi programmatori di software e la Cina e’ al 49esimo posto anche se uno dei Paesi a piu’ rapida crescita in termini di collegamenti Internet, poiche’ in entrambe le Nazioni l’analfabetismo e la poverta’ impediscono all’e-commerce di raggiungere le masse.

Anche la ricchezza di un’economia non si traduce, pero’ automaticamente in capacita’ nell’e-business: Taiwan ad esempio supera il Giappone e la Corea del Sud e’ classificata prima dell’Italia.

Complessivamente l’America del Nord e i Paesi del nord Europa sono le regioni con maggiori capacita’, ma anche in Asia si trovano aree pronte al commercio globale.

Ecco di seguito la classifica compilata dall’Economist:

PAESE

POSTO

PUNTEGGIO

PAESE

POSTO

PUNTEGGIO

Stati Uniti

1

8.73

Irlanda

14

7.28

Australia

2

8.29

Francia

15

7.26

UK

3

8.10

Austria

16

7.22

Canada

4

8.09

Taiwan

16

7.22

Norvegia

5

8.07

Giappone

18

7.18

Svezia

6

7.98

Belgio

19

7.10

Singapore

7

7.87

N. Zelanda

20

7.00

Finlandia

8

7.83

Corea del Sud

21

6.97

Danimarca

9

7.70

Italia

22

6.74

Paesi Bassi

10

7.69

Israele

23

6.71

Svizzera

11

7.67

Spagna

24

6.43

Germania

12

7.51

Portogallo

25

6.21

Hong Kong

13

7.45