E a Milano si guarda a Fiat e alle dichiarazioni di Marchionne

14 Giugno 2010, di Redazione Wall Street Italia

Apertura positiva per Piazza Affari, con l’indice FTSE/MIB che con un progresso di oltre l’1% scambia a ridosso dei 20.000 pts. Attenzione rivolta oggi a Fiat dopo che l’Ad Sergio Marchionne ha dichiarato che le vendite a giugno stanno tenendo lo stesso ritmo segnato a maggio e per il 2Q10 sono confermati i target, così come per l’intero anno. Dal 1 gennaio 2011 ci sarà la quotazione di Fiat Industrial.

Sulla vicenda di Pomigliano, il manager ha ribadito che se non si trova un accordo ci sarà la chiusura. Fim, Fismic, Ugl e Uilm hanno deciso di firmare l’accordo per la riorganizzazione dello stabilimento di Pomigliano proposta dal Lingotto. La Fiom non ha sottoscritto l’intesa. La Fiat esprime apprezzamento per i 4 sì ricevuti e dice di attendere ora i risultati del referendum fra i lavoratori per verificare la tenuta dell’accordo.

La short list definitiva dei progetti per rilanciare lo stabilimento di Termini Imerese, comprese le offerte dall’estero, sarà pronta per il 30 novembre. Da monitorare anche Risanamento dopo che il Cda ha espresso parere favorevole alla cessione dell’area Falck alla società Bi & Di Real Estate per EUR405,0 mln.

Altri titoli

Damiani (EUR0,814): l’esercizio 2009-2010 al 31 marzo scorso si è chiuso con un risultato netto negativo per EUR18,2 mln, in peggioramento dal rosso di EUR4,7 mln registrato nello stesso periodo 2009. Vendite in contrazione del 2,7% a EUR145,8 mln.

Cell Therapeutics (EUR0,310): è balzata di oltre il 24% venerdì in Usa dopo aver reso noto che una sperimentazione di fase III del suo antitumorale Pixuvri (Pixantrone) ha mostrato risposte positive. L’Agenzia Italiana del Farmaco ha approvato NerPharMa quale produttore del farmaco Pixantrone di Cell Ther. nell’Unione Europea.