Dublino, banche irlandesi restano nell’occhio del ciclone

23 Novembre 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Banche ancora in caduta libera a Dublino, nonostante il Paese abbia accettato gli aiuti offerti insistentemente dalla UE. Sul mercato irlandese e più in particolare sul travagliato settore bancario, pesano ancora le prospettive di un collasso del Paese del Nord Europa, dopo gli avvertimenti arrivati ieri da Moody’s. L’agenzia ha infatti preannunciato che potrebbe tagliare di diversi notch il rating sull’Irlanda, che attualmente è “AA2”. A Dublino perde terreno la Allied Irish Bank, che retrocede del 6,2%, ma fa peggio la Bank of Ireland, che scivola del 20%. Quest’ultima viene anche zavorrata da un giudizio negativo di UBS che ha abbassato la raccomandazione a “neutral” da “buy”, rivedendo il Target Price a 0,42 euro da 1,18.