DUBBI SU AUTONOMIA ANALISTI DI JP MORGAN

22 Marzo 2001, di Redazione Wall Street Italia

Una nota del capo ufficio ricerca della banca d’affari JP Morgan ai suoi analisti in Europa risolleva vecchi dubbi circa l’indipendenza delle analisi delle banche rispetto alle pressioni delle societa’ a cui le analisi si riferiscono.

Il promemoria, distribuito la scorsa settimana da Peter Houghton ai suoi analisti, e’ stato portato alla luce mercoledi’ dal quotidiano britannico The Times of London.

Al suo interno, Houghton raccomandava agli analisti la necessita’ di comunicare in anticipo la volonta’ di modificare i rating sulle societa’, sia all’ufficio centrale di JP Morgan che alle societa’ stesse oggetto della revisione del rating.

La notizia tocca un tasto dolente nei rapporti tra gli investitori e le banche d’affari. I primi dubitano da molto tempo che le case di brokeraggio siano immuni dalle pressioni delle societa’, desiderose che rapporti negativi che le riguardano non vengano pubblicati.

In realta’ la pratica di informare in anticipo le societa’ oggetto delle analisi, specialmente in caso di analisi negative, e’ ben risaputa.

In questo modo le societa’ hanno l’indubbio vantaggio di poter preparare comunicati stampa e note agli investiitori prima ancora che I rapporti delle banche d’affari diventino pubbliche.

La nota di Houghton quindi non rivela nulla di nuovo, ma va a toccare un tasto a dir poco delicato nell’ecosistema finanziario. Spesso infatti le banche d’affari si trovano a emettere analisi su societa’ che sono loro clienti, e soprattutto su cui loro stesse hanno interessi personali, dati i propri ingenti investimenti sui mercati azionari, obbligazionari e dei futures.

John Anderson, portavoce della divisione europea di JP Morgan, ha spiegato che la nota sottolineva solo l’importanza della comunicazione con le societa’ sotto analisi, escludendo qualsiasi richiesta di approvazione.

Anderson non ha pero’ chiarito perche’ la nota non sia stata inviata anche agli analisti negli Stati Uniti.

SULL’ARGOMENTO VEDI ANCHE:


Goldman: riappare ‘downgrade fantasma’ su TRLY”
Goldman: ‘downgrade’ fantasma su Terra Lycos