DRAGHI: POLITICA ECONOMICA HA LIMITATO IL DANNO IN 2 PUNTI DI PIL

31 Maggio 2010, di Redazione Wall Street Italia

”La politica economica ha limitato il danno (della crisi, ndr) in una misura stimabile in due punti di pil, attribuibili per circa un punto alla politica monetaria, per mezzopunto agli stabilizzatori automatici inclusi nel bilancio pubblico, per il resto alle misure di ricomposizione di entrate e spese decise dal governo”. Lo ha affermato il governatore della Banca d’Italia, Mario Draghi, nelle sue quinte Considerazioni Fiscali, in occasione dell’Assemblea annuale che si svolge a Palazzo Koch.

Draghi ha sottolineato che ”l’estensione degli ammortizzatori sociali ha attenuato i costi immediati della crisi. La crescita del disavanzo pubblico e’ risultata inferiore a quella delle altre principali economie avanzate. La solidita’ del nostro sistema bancario – sottolinea ancora Draghi – ha aiutato”, perche’ diversamente da altri sistemi non ha richiesto interventi.

(Art in fase di scrittura)