DRAGHI ALLA BCE? NEIN, DICONO I TEDESCHI

10 Febbraio 2010, di Redazione Wall Street Italia

La Germania vuole la presidenza della Bce e pone il veto alla nomina di Mario Draghi. Lo rivela il quotidiano La Stampa, che cita un documento del ministero delle Finanze tedesco riservato ai suoi sherpa comunitari. «Bisogna evitare che “da questo” – dice il documento riferendosi alla nomina del nuovo vicepresidente dell’Eurotower che il consiglio Ecofin deve effettuare martedì – si crei una condizione favorevole perchè Draghi diventi presidente della Bce». Nel documento si sottolinea anche che «il Sud è ora stranamente ben rappresentato nell’Esecutivo Board; ha tre direttori, un greco, uno spagnolo e un italiano».

Bonaiuti: governo sosterrà Draghi. «Il governo sosterrà Draghi con forza come candidato alla guida della Bce. Noi sosteniamo da sempre tutte le candidature italiane, anche quelle di una diversa parte politica, come certo non è il caso di Draghi». Lo dice Paolo Bonaiuti, portavoce del premier e sottosegretario alla presidenza del Consiglio, intervenendo alla trasmissione Il caffè di Mineo su RaiNews24.