DOW JONES REPORT: ANALISI TITOLI 20090917

17 Settembre 2009, di Redazione Wall Street Italia

CHEVRON TEXACO
Test della resistenza a 73

Chevron Texaco (PC 72.45 USD – 10/9/2009 div. 0.68 USD)

grafico candlestick, rilev. giornal., settembre 2008 – settembre 2009

Negli ultimi mesi il titolo sta consolidando fra 62-63 e 73.

Per le prossime sedute: nell’immediato il superamento di 73 porterebbe il titolo al test della forte resistenza statica a quota 75, solo al di sopra del quale si avrebbe un deciso miglioramento del quadro tecnico per i prossimi mesi con possibili salite verso 80-82, quindi 85.
Le spinte a rialzo per le prossime settimane diminuirebbero sotto 70, riproponendo un movimento laterale fra 65-66 e 71-72.

Analisi a cura di: Romano De Bortoli

Buona lettura

Il prossimo aggiornamento sarà effettuato giovedì 8 OTTOBRE 2009

3M (PC 75.38 USD – 19/08/09 div. 0.51 USD)
Dopo un consolidamento fra 55 e 62, il titolo ha avviato una decisa salita che ha condotto le quotazioni al test della resistenza a 75.
Per le prossime settimane: rimane possibile una pausa di congestione al di sotto di 75 e al di sopra di 67/68. Il superamento di 75, da confermare in chiusura di settimana, aprirebbe la via per il test dell’area di resistenza a 82-85 dollari.
Segnali di indebolimento sotto 65, poco probabile al momento, con possibili ulteriori correzioni a ribasso verso quota 60.

Caterpillar (PC 52.62 USD – 16/07/09 div. 0.42 USD)
Il deciso rally avviatosi a 21.71 nel marzo scorso ha condotto le quotazioni al test della resistenza statica a 47 dollari e, dopo un consolidamento di alcune settimane, in prossimità di 53.
Per le prossime settimane: appare possibile una diminuzione delle spinte rialziste in prossimità di 55, con possibili correzioni verso 47. Al di sopra di 55 il rialzo dovrebbe proseguire verso l’area di resistenza a 59/62.
Attenuazione delle pressioni rialziste sotto 47, con la possibilità di correzioni ulteriori a testare l’area di supporto a 42-43 dollari.

Kraft Foods (PC 26.27 USD – 26/06/09 div. 0.29 USD)
Il rally partito a marzo 2009 ha portato il titolo da 20.80 a 29, dove sono prevalse le vendite.
Per le prossime settimane: possibile congestione fra 25.50 e 27.50.
Indebolimento del quadro tecnico sotto 25.50, con possibile discesa a testare 23.80/24.00.

General Electric (PC 17.00 USD – 18/06/09 div. 0.10 USD)
La correzione di maggio-luglio scorsi, da 14.50 a 10.50, ha rappresentato un ritracciamento pari a circa il 50% del rally verficatosi da marzo a maggio 2009. Nelle ultime sedute le quotazioni hanno avviato un nuovo spunto rialzista verso 17.00.
Per le prossime settimane: il superamento di 17, in fase di test, consentirebbe la continuazione del rialzo verso 19.00/50.
Attenuazione delle pressioni a rialzo in caso di discese confermate al di sotto di 15, con possibile correzione a 13.00.

Microsoft (PC 25.20 USD –18/08/09 div. 0.13 USD)
Dal giugno scorso il titolo sta effettuando un movimento di congestione fra 22 e 26, una pausa dopo il rally partito a marzo sui minimi a 14.90.
Per le prossime settimane: il superamento della resistenza intermedia a 25.50 dovrebbe consentire una ripresa della salita a testare 28.00.
Un ritorno al di sotto del supporto statico a quota 24 potrebbe avvierebbe invece un rapida correzione a testare 22, quindi il supporto a quota 20.

McDonald’s (PC 56.47 USD – 04/04/09 div. 0.50 USD)
E’ in corso da inizio 2008 un ampio movimento laterale fra 48 e 68 dollari. Nelle ultime settimane le quotazioni si sono portate nella parte centrale della banda di oscillazione.
Per le prossime sedute: il quadro è laterale. A superamento di 57 si avrebbe un primo segnale direzionale con obiettivi a 59 e 61/62.
Una discesa confermata sotto 54 riproporrebbe il test di 52, con estensioni a 50.00/50.