Doppio di contratti diventati a tempo indeterminato

25 Maggio 2015, di Redazione Wall Street Italia

ROMA (WSI) – Sono state 35.883 le trasformazioni di rapporti di lavoro a tempo determinato in rapporti a tempo indeterminato in aprile. La cifra è raddoppiata: l’anno precedente erano infatti 19.144 nello stesso periodo.

Il numero di attivazioni di nuovi contratti di lavoro è stata pari a 756.926 unità, mentre le cessazioni di rapporti di lavoro è pari a 546.382: il saldo positivo è, quindi, di 210.544 contratti.

Sono i dati comunicati dal ministero del Lavoro.

Le statistiche riguardanti le attivazioni, ricavate dal Sistema Informativo delle Comunicazioni Obbligatorie, evidenziano una proporzione ancora nettamente superiore del tempo determinato, che ha visto 475.273 contratti.

Il numero dei rapporti a tempo indeterminato è pari a 171.515, mentre 18.443 sono i contratti di apprendistato, 38.632 le collaborazioni e 53.063 le forme di lavoro classificate nella voce “altro”.

La quota di cessazioni di rapporti di lavoro è pari a 546.382. Di queste, 122.979 fanno riferimento a contratti a tempo indeterminato, 328.148 a tempo determinato, 13.636 sono relative a contratti di apprendistato, 36.619 a collaborazioni e 45.000 a forme di lavoro classificate nella voce “altro”.

(DaC)