Dopo la Bce, Danimarca corre ai ripari: taglia tassi per seconda volta in una settimana

22 Gennaio 2015, di Redazione Wall Street Italia

NEW YORK (WSI9 – Per la seconda volta in una settimana la Banca Centrale Danese ha tagliato il tasso dei depositi al minimo record, portando a -0,35% dopo che lunedì lo aveva portato a -0,2% per mantenere il cambio della corona in un range stretto con l’euro.

La banca centrale ha lasciato invariato il tasso sui prestiti allo 0,05% dopo aver ridotto dello 0,15% entrambi i tassi lunedì per frenare il rafforzamento della corona dopo che, con una decisione a sorpresa, la Svizzera ha deciso di eliminare il tetto alla rivalutazione del franco contro la moneta unica.

Da allora, le autorità politichee i banchieri danesi stanno cercando di convincere i mercati che la banca centrale non seguirà le orme della controparte svizzera. Il timore del mercato è che la corona danese venga lasciata libera di muoversi rispetto alla moneta unica.

(mt)