Dopo Cortina, Abano: finanza alla caccia dei ricconi evasori

10 Gennaio 2012, di Redazione Wall Street Italia

Roma – Dalla neve ai fanghi: dopo il blitz cortinese dell’Agenzia delle Entrate questa volta il fisco è entrato in azione ad Abano Terme (Padova), con una operazione della Guardia di Finanza.

I militari sono entrati in scena negli hotel a cinque stelle, quelli specializzati nelle terapie con fanghi e acque curative, della cittadina padovana acquisendo, come spiega il Gazzettino, i nominativi dei clienti che hanno soggiornato con una spesa superiore ai duemila euro.

Le verifiche sono state confermate dal presidente dell’Assoalberghatori Gianluca Bregolin secondo il quale «le verifiche serviranno probabilmente per controlli incrociati con l’Agenzia delle Entrate»

Intanto, nei giorni della “caccia” agli evasori, sono ancora molti i commercianti che continuano a non emettere scontrini fiscali. Come dimostrano i video reportage effettuati da La Stampa e altri media italiani.