DOLLARO: COMUNQUE VADA SARA’ UN SUCCESSO /2

2 Luglio 2007, di Redazione Wall Street Italia

*Pierpaolo Scandurra è Managing Director di www.certificatiederivati.it. I suoi commenti non implicano responsabilita’ alcuna per Wall Street Italia, che notoriamente non svolge alcuna attivita’ di trading e pubblica tali indicazioni a puro scopo informativo. Si prega di leggere, a questo proposito, il disclaimer ufficiale di WSI.

_______________________________________

(WSI) –
Nel precedente articolo abbiamo analizzato tre proposte del segmento certificati in grado di far guadagnare indifferentemente dal rialzo del dollaro o dell’euro, con una leva vicina al 200% e una protezione quasi totale del capitale (vedi DOLLARO: COMUNQUE VADA SARA’ UN SUCCESSO
). Ai tre Twin Win si sono però aggiunti nel corso di questa settimana altri due interessanti certificati, uno che protegge totalmente il capitale e paga una cedola fissa e l’altro in grado di amplificare addirittura del 400% i movimenti della valuta statunitense.

Il primo certificato, in collocamento fino al 13 luglio, è proposto da Deutsche Bank: con questa emissione l’emittente tedesca ha privilegiato uno scenario più difensivo rispetto al Twin Win emesso a febbraio,inserendo nella struttura l’opzione di protezione totale del capitale.

Il primo milione (di euro) e’ sempre il piu’difficile. Hai mai provato ad abbonarti a INSIDER? Scopri i privilegi delle informazioni riservate, clicca sul
link INSIDER

Con l’Express 100% Protected si ha la possibilità di accedere ad un asset class decorrelata dal mercato azionario e di conseguire un rendimento fisso dell’8% annuo senza tuttavia rischiare nulla. Il meccanismo di rendimento del certificato prevede che passati dodici mesi dall’emissione venga effettuata una rilevazione del livello di cambio, e se questo sarà ad un livello pari al 95% del proprio valore iniziale, si procederà al rimborso anticipato con un premio dell’8%. In caso contrario sarà possibile ottenere un premio del 16% se il dollaro sarà cresciuto di almeno 10 punti ( al secondo anno) o del 24% se il recupero sarà stato di almeno 15 punti percentuali ( a scadenza). Al termine del collocamento il certificato verrà quotato in Lussemburgo. Il rischio massimo che si corre è di arrivare a scadenza del certificato e ricevere il solo capitale investito. Inoltre il rendimento massimo di questo investimento è limitato al 24% anche se il Dollaro dovesse realizzare performance superiori.

Il secondo certificato, in collocamento fino al 3 luglio, è invece firmato da Abn Amro e appartiene alla categoria dei certificati di investimento a capitale parzialmente protetto mediante un meccanismo di protezione a “cuscinetto”. L’Airbag ( questo il nome commerciale del certificato) consente di contare a scadenza ( prevista per il 16 giugno 2010) sulla restituzione integrale del capitale nominale nel caso in cui la scommessa dovesse risultare sbagliata, ovvero in presenza di un deprezzamento del dollaro fino ad un massimo del 30%. Nel caso tale soglia venga superata entra in funzione l’Airbag, un cuscinetto che consente di limitare le perdite del capitale causate dal rialzo dell’euro oltre il 130% della barriera: nella pratica viene applicato alla parte di capitale non intaccata dalle perdite un fattore Airbag,cioè un numero pari a 1,428.

L’opzione più interessante dell’emissione si presenta però in caso di recupero del dollaro, grazie ad una leva del 400% applicata sull’intera variazione positiva messa a segno dalla divisa statunitense.
I rischi connessi a questa tipologia di certificato variano a seconda dei livelli raggiunti dal sottostante e,nel caso specifico di questa emissione,sono nulli con un apprezzamento dell’euro nei confronti della divisa americana inferiore al 30% grazie al rimborso dell’intero capitale. Rischi concreti di perdita si hanno invece con l’Euro in rialzo oltre la soglia del 30%,sebbene l’Airbag riesca a limitare gli impatti negativi. Da non trascurare il rischio, seppur remoto, di un apprezzamento dell’euro sul dollaro superiore al 100%, con la conseguente perdita dell’intero capitale investito.

Per l’investitore che crede in una rivalutazione del Dollaro Americano, la leva quattro consente anche con un minimo movimento di ottenere un rendimento interessante ( ipotizzando un livello di emissione a 1,35 e un livello finale a 1,215 , pari al 10% di variazione, si otterrà un rimborso di 140 euro).Altro indubbio vantaggio di questa emissione è la quotazione prevista al SeDex che garantisce la tranquillità di poter disinvestire con semplicità anche prima della scadenza.

Copyright © www.certificatiederivati.it per Wall Street Italia, Inc. Riproduzione vietata. All rights reserved