Dollaro ai minimi 10 settimane contro basket valute, occhio alla Fed

26 Gennaio 2011, di Redazione Wall Street Italia

(WSI) -Sul mercato dei cambi, il dollaro si mantiene vicino ai minimi di 10 settimane contro il basket di valute, con il mercato in attesa di conferme da parte della Fed stasera sul fatto che la sua attenzione resta per il sostegno alla crescita. L’euro resta nei pressi dei massimi di due mesi sul biglietto verde in area 1,37. La percezione che la Fed terrà una politica monetaria più distensiva di quella della Bce preoccupa per il crescere dell’inflazione ed ha aiutato l’euro a rafforzarsi dopo due mesi di sofferenze, legate ai problemi di debito in alcune paesi della Zona Euro.

Il biglietto verde perde terreno da quattro giorni e non è servito per ora a sostenerlo il discorso di Barak Obama alla nazione ieri con il quale haannunciato una parziale riduzione della spesa pubblica Usa, per cercaredi ridurre il pesante deficit di bilancio di USD1.300,0 mld. Sul fronte delle commodities, rimbalzo tecnico per il greggio sul finire della seduta asiatica, con l’attenzione al messaggio dalla Fed stasera e ai dati sulle scorte Usa

MACROECONOMIA

In una giornata povera di dati macroeconomici il focus andrà ancora al mercato primario con le aste a breve italiane e quella a lungo termine tedesca (2 mld sul trentennale). L’Italia colloca 8 mld di Bot semestrali e 2,5 mld di Ctz dicembre 2012, nell’ennesimo test dell’appetito degli investitori per il debito periferico, in un momento di sostanziale ripresa delle quotazioni del debito non-core, che ha permesso allo spreadItalia/Germania sul decennale di stringere di una cinquantina di punti base in circa due settimane.

Termina questa sera la riunione della Fed, conl’annuncio sui tassi di interesse. Scontata la conferma del costo deldenaro vicino allo zero, si attende il comunicato della banca centrale che, secondo le attese, dovrebbe dipingere un quadro di miglioramento, per quanto lieve, delle condizioni economiche negli Usa, grazie ai segnali di risveglio provenienti dal fronte dei consumi e della produzione.

Un miglioramento delle prospettive che a detta degli osservatori non dovrebbe tuttavia mettere in discussione il completamento del piano di’allentamento quantitativo da USD600,0 mld della Fed.

OBBLIGAZIONI E MONETARIO

Avvio in calo per l’obbligazionario europeo. Treasury in rialzo ieri dopo il discorso di Obama che ha proposto un parziale taglio alle spese federali, facendo aumentare le speranze di una riduzione del deficit di bilancio da USD 1.300 mld.

PIAZZA AFFARI

Attenzione rivolta a Caleffi, che ha siglato il rinnovo dell’accordo di licenza con Sweet Years per un altro anno. Il contratto contempla il design, la produzione e la commercializzazione in Italia e nel mondo di prodotti bedding, home towels e home & night wear con marchio Sweet Years.

Occhi puntati anche su Prima Industrie all’indomani del rialzo di ieri di oltre il 10% in seguito all’annuncio di un balzo della raccolta ordini nel quarto trimestre.

Da monitorare infine Premafin dopo che ieri l’assemblea ha dato il via libera all’aumento di capitale che consentirà l’ingresso di Groupamane all’azionariato, facendo compiere alla holding un importante passo nella marcia di avvicinamento ai francesi. In agenda oggi i risultati preliminari di bilancio di Ansaldo, Bulgari e Tod’s.

Eurotech (EUR1,93): la società e Nomad Innovations hanno annunciato la finalizzazione di una collaborazione relativa alla realizzazione di LiveEdge, la soluzione per riprese e trasmissionivideo destinata al settore giornalistico televisivo.

Cattolica Ass. (EUR19,05): AM Best ha confermato il rating ad A, che corrisponde alla qualifica di “eccellente” per quanto attiene la solidità finanziaria e la capacità di far fronte agli impegni nei confronti dei propri assicurati, migliorando il giudizio sull’outlook da ‘Negativo’ a ‘Stabile’. L’Agenzia sostiene che la capitalizzazione del Gruppo sia in linea con il rating attuale, anche in seguito al rinnovo delle partnership di bancassicurazione conclusasi nel 2010.

BORSE EUROPEE

Tra gli altri temi di interesse, ricca l’agenda delle trimestrali sia in Europa sia negli Stati Uniti, con Abbott, Boeing, ConocoPhillips, Legg Mason, Qualcomm, Symantec, Textron, United Tech e Xerox. Infine, le immatricolazioni di veicoli commerciali sono cresciute del 12,5% a dicembre nell’Unione Europea. I dati diffusi stamani dall’associazione di settore Acea confermano che la ripresa continua e che il settore chiude il 2010 con una nota positiva.

Copyright © UNICREDIT per Wall Street Italia, Inc. Riproduzione vietata. All rights reserved

*Questo documento e’ stato preparato da UniCredit Bank AG. Le analisi qui pubblicate non implicano responsabilita’ alcuna per Wall Street Italia, che notoriamente non svolge alcuna attivita’ di trading e pubblica tali indicazioni a puro scopo informativo. Si prega di leggere, a questo proposito il disclaimer ufficiale di WSI.