Disoccupazione Usa: perche’ il calo non e’ una buona notizia

7 Gennaio 2011, di Redazione Wall Street Italia

Nel mese di dicembre l’occupazione nel settore non agricolo negli Stati Uniti e’ cresciuta ma meno del previsto: sono stati creati 103 mila posti dopo i 71 mila aggiunti a novembre e i 151 mila di ottobre.

Il tasso di disoccupazione ha invece sorpreso in positivo attestato al 9,4%, ai minimi del maggio 2009. Era atteso un +9,7%. Il risultato si confronta con il +9,8% di novembre, quando erano stati toccati i massimi di aprile.

Bisognerebbe essere soddisfatti di un simile calo. Lo stesso presidente Usa Obama ha detto che si tratta di una buona notizia precisando pero’ che c’e’ ancora molto da fare.

Il motivo per cui c’e’ poco da brindare e’ semplice.

>>>>>QUESTO ARTICOLO E’ RISERVATO A MONEY MANAGER E GESTORI DI FONDI. PER LA LETTURA E’ RICHIESTO L’ABBONAMENTO A INSIDER. Ci si puo’ abbonare in pochi secondi. Per 1 mese, costa solo 0.86 euro al giorno.

Gli utenti abbonati possono continuare a leggere l’articolo cliccando >>>[QUI]

.