DILEMMA IN BORSA: GROWTH STOCK O VALUE STOCK

25 Settembre 2000, di Redazione Wall Street Italia

Negli ultimi cinque anni i grossi quantitativi di denaro letteralmente piovuti nelle tasche degli investitori e la volatilita’ del mercato hanno indotto molti a credere che gli unici titoli nei quali valesse la pena di investire fossero quelli lanciati in caduta libera per poi esplodere in una doccia di profitti.

Significa che la crescita del titolo e’ l’indicatore giusto per un investimento ad alto rendimento, o e’ meglio affidarsi ai titoli sicuri e collaudati?

“In seguito all’enorme crescita dei titoli del tabellone elettronico del Nasdaq – ha detto Patricia Bell, analista di Merrill Lynch – molti investitori hanno perso di vista la differenza tra la crescita e il valore reale del titolo”.

Non c’e’ dubbio che i titoli tecnologici in forte crescita abbiano goduto di una grossa popolarita’ negli ultimi tempi; le Blue Chip sono state sulla cresta dell’onda per molto tempo e gli analisti ritengono che non daranno altri profitti consistenti nell’immediato futuro.

“La cosa migliore per gli investitori – continua Bell – rimane quella di diversificare il proprio portafoglio e diminuire quindi la volatilita’ degli investimenti”.