Dieci candele bianche illuminano il rialzo

9 Gennaio 2014, di Redazione Wall Street Italia

MILANO (WSI) – La pausa di ieri ha il merito, se così si può dire, di interrompere la lunga sequenza rialzista sperimentata dal minimo di metà dicembre: ben 10 “candele bianche” nell’arco di 12 sedute. Nel gergo del candlestick una candela bianca si manifesta in presenza di una chiusura superiore alla apertura: sintomo di vitalità, di prevalenza dei compratori (un aspetto già ben evidenziato dalla netta prevalenza dell’Up Volume, come già evidenziato ieri).

In un contesto bullish – posizionamento al di sopra della media a 200 giorni – un simile setup sul nostro mercato si è manifestato soltanto altre 10 volte dal 1998; tanto per rimarcare la rarità di questa situazione. Il seguito è piuttosto illuminante: nel 2014 Yearly Outlook, di prossima pubblicazione, mostreremo qual è l’andamento più probabile per la borsa italiana, sulla scia di questo setup.

Si interrompe una sequenza rialzista, ma non si interrompe la positività degli investitori. Ieri il Greed Index è salito a 170 punti.

Il grafico permette di apprezzare come questa gamba di rialzo sia partita ancora una volta da un livello di ottimismo patologicamente basso; e a fronte di quale livello di sentiment esuberante esso raggiunga una condizione di saturazione. Con il mercato che ha superato di slancio i massimi autunnali, un ridimensionamento è da ipotizzarsi non prima che il Greed Index raggiunga un picco; anzi, diremmo non poco dopo.

Allo stato attuale non si scorgono elementi strategici che facciano mutare l’asset allocation, fissata ad un coraggioso 71% di azioni ad agosto 2012, e rimasta su livelli sostenuti da allora: la componente Equity in media è risultata pari al 74% nell’ultimo anno e mezzo. Ciò ha consentito ovviamente di accantonare plusvalenze, che torneranno utili al momento opportuno (non prima che il modello di allocazione di portafoglio cambierà idea, si ritiene).

Il contenuto di questo articolo, pubblicato da Traderlink – che ringraziamo – esprime il pensiero dell’ autore e non necessariamente rappresenta la linea editoriale di Wall Street Italia, che rimane autonoma e indipendente.

Copyright © Traderlink. All rights reserved