DEUTSCHE-DRESDNER: 16 MILA POSTI A RISCHIO

8 Marzo 2000, di Redazione Wall Street Italia

Sedicimila posti di lavoro in meno? C’è gran fermento attorno a Deutsche e Dresdner Bank. I due istituti di credito stanno per dare il via, entro le prossime ore, alla loro fusione: un’operazione enorme, da 30 miliardi di dollari, che darà vita a un colosso bancario che sarà il primo al mondo.

I titoli delle due banche oggi stanno andando giù a rotta di collo: la voglia di realizzare, di portare a casa guadagni dopo l’apprezzamento di ieri, è stata inarrestabile. Ora le azioni dovranno trovare un loro equilibrio, pronte a ripartire anche sulle indicazioni e chiarimenti che verranno dai vertici degli istituti.

Ma la conferenza stampa prevista per domani alle 11 è attesa anche per far luce su questo spettro disoccupazionale che incombe su un matrimonio altrimenti fausto.

La banca che nascerà dall’unione di Deutsche e Dresdner intende affrontare il suo cammino senza il peso di costi eccessivi: si parla di tagli per circa 3 miliardi di euro (un euro vale 1936,27 lire). Il personale è nel mirino.