DEUTSCHE BANK: VIA DA BANCA INTESA

22 Marzo 2000, di Redazione Wall Street Italia

Nel corso della conferenza stampa di presentazione dei risultati ’99 è emersa la volontà di Deutsche Bank di cedere la partecipazione in Banca Intesa dopo aver conseguito un rendimento soddifsfacente di questo investimento, mentre per il Gruppo Finanza e Futuro è previsto il collocamento del 30% detenuto da Deutsche Bank Italia spa con quotazione alla borsa di Milano non prima della primavera 2001.

Riguardo a Banca Intesa, dove il Gruppo tedesco ha il 3,3% (dati Consob: la Consob è la Commissione di controllo per le società e la Borsa), “non ha senso lasciare così questa partecipazione, quindi venderemo. Siamo molto soddisfatti del ritorno di questo investimento, del capital gain”, ha detto Karl von Boehm-Bezing, vice presidente di Deutsche Bank spa.

I tempi della dismissione non sono stati precisati e non è stato chiarito se la quota sarà ceduta sul mercato o se andrà a un unico acquirente. Ai prezzi attuali la partecipazione vale circa 575 milioni di euro. Un euro vale 1936,27 lire.

Quanto a Finanza e Futuro, è stato ricordato che l’accordo di fusione tra Dresdner e Deutsche prevede che il 70% della società passi da una controllata di Deutsche Bank a una controllata Allianz.

I tempi della quotazioni sono legati a motivi tecnici, poichè “occorre un bilancio ufficiale approvato”.