DEUTSCHE BANK MANIPOLA I FONDI A DANNO DEI CLIENTI

7 Aprile 2003, di Redazione Wall Street Italia

Deutsche Bank avrebbe manipolato le performance di alcuni suoi fondi comuni “a proprio vantaggio e a danno dei clienti”. La grave accusa contro la più grande istituzione finanziaria europea giunge come un macigno dalle pagine del settimanale ‘Der Spiegel’, in edicola oggi. L’istituto di credito, interpellato dall’Ansa, ha smentito invece le imputazioni, dichiarando semplicemente “false” le affermazioni del settimanale tedesco. Secondo ‘Der Spiegel’, la controllata lussemburghese della Dws, la società di asset management di Deutsche Bank, avrebbe influenzato l’andamento di alcuni fondi obbligazionari e monetari utilizzando soluzioni contabili “estremamente dubbie e non sempre del tutto legali” che prevedevano, tra l’altro, la costituzione di numerose società off-shore nei paradisi fiscali e complesse operazioni di swap finanziario. L’inchiesta dello ‘Spiegel’ si basa su un documento interno alla stessa Dws che evidenzia “carenze catastrofiche” nella gestione dei fondi, sottolineando come i “prezzi venissero manipolati e i titoli in portafoglio spostati tra un fondo e l’altro per fa apparire i prodotti in una luce migliore”.