Delusione Amazon: tonfo del titolo, fino a -18% dopo i conti

26 Ottobre 2011, di Redazione Wall Street Italia

Roma – Crollo del titolo Amazon dopo la pubblicazione dei risultati di bilancio del terzo trimestre, che hanno messo in evidenza un calo degli utili netti pari al 73%. Di fatto, i profitti sono scesi a $63 milioni, o 14 centesimi per azione, rispetto ai $231 milioni, o 51 centesimi, dello stesso periodo dell’anno precedente. L’attivo per azione è stato inferiore alle attese degli analisti, che avevano previsto un valore di 24 centesimi. Le vendite sono salite del 44%, a $10,9 miliardi.

Amazon ha anche aggiunto che potrebbe soffrire una perdita operativa nel corso di questo trimestre. Il colosso guidato da Jeff Bezos sta sacrificando, secondo quanto spiega Bloomberg, la crescita dei margini di profitto, nei suoi tentativi di aumentare i volumi di vendita e le quote di mercato.

Sui risultati hanno pesato infattile spese che sono state sostenute per il tablet Kindle Fire, che sarà venduto a $199, meno della metà del prezzo dell’iPad più economico di Apple.

Mettendo a paragone il titolo Amazon con quello di Apple, Colin Gillis, analista presso BGC Partners, ha affermato che Amazon non merita una valutazione migliore rispetto a quella della sua rivale, in quanto il titolo – stando ai dati compilati da Bloomberg – è scambiato a un valore che corrisponde a 119,5 volte gli utili, contro le 14,4 volte del colosso dell’iPhone. “Amazon merita una valutazione a premio? No”, ha detto Gillis, che ha attribuito al titolo un rating “sell”.

Immediata è stata la reazione del titolo Amazon alla pubblicazione dei risultati di bilancio: le quotazioni del colosso sono arrivate infatti a perdere fino al 18% nelle contrattazioni dell’afterhours. Da segnalare che quest’anno il titolo è salito del 26%, arrivando a testare anche un valore record a $246,71 nel corso di questo mese. Le quotazioni, colpite dalle vendite, sono poi scese nelle ore precedenti fino a $184,59, dopo la pubblicazione dei conti.