Debiti Ue: l’Italia sfida la Germania, rischia sanzioni severe

8 Febbraio 2011, di Redazione Wall Street Italia

L’Italia sta cercando di impedire che vengano imposte regole piu’ severe ai paesi in crisi fiscale. La revisione delle misure voluta dalla Germania penalizzerebbe i paesi del blocco Ue che non riescono a raggiungere l’obiettivo prefissato sul fronte del debito.

Si parla di sanzioni penali “ingenti” in vista per Roma, secondo quanto riferito in un’intervista a Sky Tg 24 dal commissario europeo per gli Affari economici e monetari Olli Rehn. La Germania e’ tra le principali promotrici di un restringimento delle misure, che hanno l’obiettivo di prevenire ulteriori crisi fiscali come quelle viste in Grecia e Irlanda.

Secondo una prima bozza della legge che verra’ presa in esame la prossima settimana dai ministri delle Finanze dell’area euro, i paesi con livelli di debito superiori alla soglia fissata dall’Unione Europea, pari al 60% del PIL, sarebbero costretti ad apportare tagli annuali dolorosi, pari a un ventesimo dei livelli in eccesso.