Daimler, bonus record per dipendenti fa impallidire FCA

4 Febbraio 2016, di Alessandra Caparello

STOCCARDA (WSI) – Ha raggiunto risultati record nell’esercizio 2015 per vendite, fatturato e profitti e così la Daimler, la casa automobilistica che racchiude marchi come Mercedes-Benz, smart e veicoli industriali ha deciso di premiare i suoi dipendenti con un bonus.

Un importo di 5650 euro per ogni dipendente, circa 125mila addetti con contratti standard, ossia quelli senza posizioni dirigenziali, uguale per tutti anche per i neo assunti e che sarà elargito nella busta paga di aprile. A renderlo noto la casa tedesca motivando la decisione per “coinvolgere i dipendenti degli ottimi risultati raggiunti”, come ha affermato il numero uno del gruppo, Dieter Zetsche.

“E’ stato un buon anno per Daimler. Sappiamo per esperienza che è difficile arrivare in cima, ma è ancora più difficile rimanerci. Ma Daimler appartiene in modo permanente alla vetta”.

Lo stesso Zetsche ha presentato il bilancio 2015 che si è chiuso con 2,9 milioni di auto vendute, circa il 12% in più rispetto al 2014. In particolare sono stati venduti 543mila Suv ( 426mila nel 2014), 470mila Classe C della Mercedes- Benz ( 342mila nel 2014), per un giro d’affari salito del 15% arrivando così a quota 149,5 miliardi contro i 130 circa di un anno fa.

Anche la Fiat Chrysler ha deciso di elargire ai dipendenti del gruppo un bonus – più basso rispetto a quello di Daimler – di 990 euro e di 825 euro per i lavoratori Cnh. Considerando i 330 euro già erogati e i 990 euro previsti, i lavoratori FCA nel 2015 hanno goduto di un aumento salariale di circa 1320 euro, con punte allo stabilimento di Pomigliano e Verrone fi 1584 euro. La stessa FCA ha affermato:

“L’anno è stato chiuso con una performance ottima e ha abbondantemente superato gli obiettivi che si era posta. Nonostante ci siano stati alcuni cambiamenti nelle condizioni dei mercati rispetto alle aspettative del piano, l’azienda, con l’aiuto di tutti i suoi dipendenti, ha reagito con velocità e con decisione e, grazie a ciò, si e mantenuta sulla strada giusta per raggiungere gli obiettivi che si era posta per il 2018″.

Nessun bonus invece per i lavoratori della Volkswagen travolta dallo scandalo dieselgate.