Dada, chiude in rosso il primo trimestre

10 Maggio 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Nel primo trimestre del 2010 il Gruppo Dada ha registrato Ricavi consolidati per 38,6 milioni di Euro contro 38,4 milioni di Euro del Q1 2009. Il MOL consolidato nel primo trimestre dell’esercizio in corso si è attestato a 2,6 milioni di Euro (5,3 milioni di Euro nel Q1 2009), con una marginalità sui ricavi pari al 7%. Su tale risultato hanno principalmente inciso nella divisione Dada.net gli oneri netti sostenuti per lo sviluppo di “Dada – The Music Movement” pari a 1,5 milioni di Euro e il minore contributo di alcuni servizi tradizionali in talune geografie, l’inferiore apporto dell’advertising nella divisione Dada.pro, nonché i costi netti per il lancio del servizio di poker on-line che hanno pesato nel trimestre per complessivi 1,5 milioni di Euro. Il Risultato Operativo di Gruppo nei primi tre mesi dell’anno è negativo per 0,4 milioni di Euro (2,4 milioni di Euro al 31 marzo 2009). Sul Risultato Operativo del periodo hanno inciso ammortamenti per complessivi 3,0 milioni di Euro (2,4 milioni di Euro nel Q1 2009) mentre non si rilevano nel trimestre svalutazioni, accantonamenti e oneri non caratteristici (0,5 milioni di Euro nel Q1 2009): l’incremento degli ammortamenti è conseguenza sia degli investimenti effettuati in attività di sviluppo prodotti e nell’acquisto di immobilizzazioni materiali sia della variazione dell’area di consolidamento. Il Risultato Netto consolidato, dopo l’attribuzione della quota di terzi pari a € 0,1 milioni (- €0,2 milioni nel Q1 2009), è negativo per 1,3 milioni di Euro, rispetto ai 0,7 milioni di Euro registrati al 31 marzo 2009. La Posizione Finanziaria Netta al 31 marzo 2010 risulta negativa per 43,8 milioni di Euro rispetto a -36,7 milioni di Euro al 31 dicembre 2009. Il primo trimestre dell’anno in corso ha evidenziato il protrarsi della situazione di difficoltà e incertezza del contesto macroeconomico e di mercato che ha caratterizzato l’esercizio precedente, confermando la scarsa visibilità degli scenari futuri. In considerazione dell’attuale quadro di riferimento ed in assenza di eventi al momento non prevedibili, Dada nell’esercizio in corso intende focalizzarsi, da una parte, sull’ottimizzazione della gestione dei business tradizionali con l’obiettivo di consolidare il core business e realizzare al contempo ulteriori azioni di contenimento dei costi operativi, dall’altra, sulla ridefinizione del posizionamento strategico e sulla conseguente razionalizzazione del portafoglio, relativa in particolare alle nuove attività intraprese negli ultimi due anni.