Da oggi spread Italia-Germania “cambia volto”

14 Dicembre 2011, di Redazione Wall Street Italia

Roma – Il Ministero dell’Economia informa gli operatori che è previsto per oggi un significativo allargamento dello spread fra i titoli italiani e tedeschi.

La motivazione, esclusivamente tecnica, è da ricondurre ad un aggiornamento dei sistemi informativi di una delle principali piattaforme elettroniche che fornisce tale informazione al mercato e alla stampa, spiega il ministero in una nota.

Da oggi infatti tale piattaforma adotterà per il calcolo dello Spread un nuovo titolo di riferimento (benchmark). Il titolo italiano a 10 anni con scadenza settembre 2021 sarà sostituito dal Btp con scadenza marzo 2022. Il nuovo titolo, da meno tempo presente sul mercato, è caratterizzato da minore liquidità con effetti sfavorevoli nel confronto con l’analogo titolo tedesco.

*************************************************************
Partenza nel segno della correzione per i benchmark Btp, di cui si segnala l’apertura del differenziale su Germania parallelo all’incremento nel tasso decennale.

I motivi dell’allargamento – avvertiva ieri sera una nota del Tesoro – sono anche di natura tecnica, legati al cambio di benchmark su entrambe i titoli.

Poco dopo le 9, dicono i dati TradeWeb, la forchetta di rendimento Btp/Bund sul tratto a dieci anni è indicata a 520 punti base da 507 della chiusura di martedì, mentre il tasso del decennale marzo 2022 vale 7,20% da 7,07%.

Sulla piattaforma Tradeweb il benchmark italiano è passato questa mattina al titolo marzo 2022 cedola 5% dal precedente settembre 2021 (4,75%), percorso identico a quello del benchmark tedesco da oggi gennaio 2022 coupon 2% rispetto a settembre 2021 (2,25%).

Alle 17,30 di ieri sera, chiusura del mercato italiano, il differenziale Btp/Bund era di 507 punti base calcolato sui titoli marzo 2022 e di 473 sui benchmark settembre 2021.