Da BNP Paribas e ING sell off di bond sovrani eurozona

3 Novembre 2011, di Redazione Wall Street Italia

Roma – Smobilizzi senza freni di titoli di stato dell’Eurozona. E’ quanto sta avvenendo in questo momento con le banche che, intimorite dalla crisi dei debiti sovrani, guardano sempre di più ai titoli di debito dell’Eurozona su cui hanno investito, come a una sorta di titoli tossici di cui vogliono liberarsi il prima possibile.

Tra gli istituti che stanno vendendo i bond dell’Eurozona, stando a quanto riporta Reuters, ci sono nomi BNP Paribas e ING. “Il valore di mercato dei debiti di quei paesi che sono più sotto osservazione subiranno probabilmente un ulteriore calo, visto che gli istituti si stanno liberando dei titoli sovrani”, ha commentato a Reuters Charles Dallara, managing director dell’Istitute of International Finance.

Nel corso degli ultimi quattro mesi BNP – il maggiore istituto estero che detiene titoli di stato greci – ha ridotto la propria esposizione sui bond italiani di 8,2 miliardi di euro a 12,6 miliardi. Oltre al drastico ridimensionamento del rischio Italia, Bnp Paribas – scrive Reuters Italia – ha anche praticamente azzerato l’esposizione verso la Spagna, portandola a 0,5 miliardi da 2,7 miliardi e ha ridotto del 37,9% la quota di debito verso Grecia, Irlanda e Portogallo.

Nel complesso l’esposizione del portafoglio del gruppo bancario verso i sovrani della zona euro è calata del 20,7% a 58,6 miliardi da 73,9 miliardi.
[ARTICLEIMAGE]
La stessa cosa ha fatto il gruppo finanziario olandese ING, che ha annunciato di aver tagliato negli ultimi quattro mesi l’esposizione sui titoli di debito italiani, greci, portoghesi, spagnoli e irlandesi per un valore totale di 5,4 miliardi di euro.