CSC, in forte aumento a maggio la produzione industriale italiana

1 Giugno 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Il CSC (Centro Studi Confindustria) ha rilevato in maggio un incremento della produzione industriale del 2,4% su aprile, quando si era avuta una variazione di +0,8% su marzo (dati destagionalizzati). Il recupero dai minimi toccati nel marzo 2009 sale al 10,0%, mentre resta ancora del 18,3% la caduta dal picco del ciclo precedente (aprile 2008). L’attività è aumentata in maggio del 9,0% su maggio 2009 (dati al netto del diverso numero di giornate lavorative). In aprile la variazione tendenziale era stata di +6,6%. Le imprese che lavorano su commessa indicano per il mese in corso un modesto miglioramento degli ordinativi: +0,3% rispetto a aprile, quando vi era stato un aumento dello 0,8% su marzo (dati destagionalizzati). Su base annua si è registrato un +2,3% in maggio e un +3,0% in aprile. Nel secondo trimestre 2010 la crescita acquisita è del 2,4%. Si profila un’accelerazione, dopo un primo trimestre in cui si era avuto un incremento dell’1,4% sul quarto 2009. Tale dinamica trova riscontro nei dati delle indagini qualitative. In particolare, l’ISAE ha rilevato ancora un progresso della fiducia tra le imprese manifatturiere (in maggio a 95,9, massimo da giugno 2008), sospinto dal miglioramento dei giudizi sugli ordini e sulla domanda in generale. Tornano inoltre a diminuire le scorte.