Crisi Ue? Ma il mercato del lavoro tedesco continua a marciare

3 Gennaio 2012, di Redazione Wall Street Italia

Roma – Il tasso di disoccupazione tedesco è sceso al minimo record nel mese di dicembre, attestandosi al 6,8%, contro il 6,9% del mese precedente. Si tratta del minimo dalla riunificazione. Il dato è stato pubblicato all’indomani degli ottimi numeri relativi al numero degli occupati (leggi sotto).

******************************************

Roma – Germania alle prese con la crisi dei debiti sovrani europei? Sicuramente, visto che la cancelliera tedesca Angela Merkel non ha mancato di avvertire il suo popolo sulle dure sfide che si presenteranno nel 2012.

C’è però un dato tedesco che segna una performance difficile da giustificare in un contesto di crisi talmente elevata nell’Eurozona. Si tratta del dati relativo all’occupazione che porta un preciso messaggio: quello secondo cui, come afferma un articolo della BBC, “il mercato del lavoro (tedesco) è una fase di boom”.

I numeri non lasciano adito a dubbi: nel 2011, 41,04 milioni di persone sono risultate avere un impiego. Si tratta del record dal 1990, ovvero dalla iunificazione della Germania.

I dati sono forniti dall’Ufficio statistico federale del paese. E quanto è positivo è che gli esperti ritengono che l’occupazione salirà anche nel 2012.