CRISI: TAGLIO DEI TASSI DI EMERGENZA IN EUROPA

30 Settembre 2008, di Redazione Wall Street Italia

C’é una “discreta possibilità” che le principali banche centrali europee taglino i tassi d’interesse già questa settimana. Lo scrivono gli economisti di Citigroup secondo quanto riporta la Bloomberg, parlando di una misura “d’emergenza” per calmare i mercati finanziari e sostenere la crescita economica.

A tagliare i tassi, secondo la banca statunitense, potrebbero essere la Banca centrale europea, la Banca d’Inghilterra, la Banca nazionale svizzera, oltre alla Riksbank svedese e all’istituto centrale di Danimarca. E la mossa a sorpresa potrebbe arrivare già questa settimana se la Federal Reserve americana dovesse abbassare, dal 2% attuale, il tasso sui Fed Fund. Il consiglio direttivo della Banca centrale europea si riunisce giovedì a Francoforte.

Leggere anche:
SE IL PIANO NON PASSERA’, NON RESTA CHE CONTARE SULLE BANCHE CENTRALI

Anche se le banche centrali d’Europa tendono a muovere i tassi gradualmente con ritocchi di un quarto di punto, secondo Citigroup “una mossa più decisa, da mezzo punto, potrebbe essere appropriata per alcuni paesi”. “La crisi finanziaria è divenuta così grave che ora sembra altamente probabile che i tassi debbano essere tagliati in anticipo, come risposta ai rischi di una diffusa debolezza economica”. Quanto al rischio che un taglio dei tassi possa stimolare ulteriormente l’inflazione, questo sembra “piuttosto ridotto”.