Crisi: Romani, nessun rischio per l’Italia

22 Novembre 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – L’Italia non corre il rischio di finire come l’Irlanda e la Grecia. A sostenerlo il ministro per lo Sviluppo economico, Paolo Romani a margine di un convegno a Rho, osservando che “le leggi di stabilità approvate da questo governo sono tali che non corriamo nessun rischio di questo tipo”. Quando i giornalisti gli chiedono se l’Italia è a rischio di finire come l’Irlanda, Romani risponde con un “assolutamente no, nella maniera più assoluta”.