CRISI: OCSE, RECESSIONE IN VISTA PER MOLTI PAESI

24 Ottobre 2008, di Redazione Wall Street Italia

Molti Paesi andranno in recessione, ma una depressione economica mondiale come quella degli anni trenta è “altamente improbabile”. A dirlo è il capo economista dell’Ocse, Klaus Schmidt-Hebbel, in un’intervista ad una rivista dell’organizzazione parigina.

Secondo Hebbel, le autorità di molti Paesi emergenti dovrebbero tagliare i tassi d’interesse e predisporre misure di stimolo fiscale che facciano da cuscinetto nei confronti dell’impatto della crisi finanziaria. La ripresa dell’economia globale richiederà più tempo che nelle recenti fasi di contrazione economica, spiega Hebbel nella sua intervista.

“I tempi della ripresa – dice l’economista – dipenderanno molto da quanto velocemente i mercati riprenderanno le transazioni e l’attività creditizia”.