CRISI MUTUI: CITIGROUP RILEVA WACHOVIA

29 Settembre 2008, di Redazione Wall Street Italia

La FDIC (Federal Deposit Insurance Corporation) ha annunciato che Citigroup rilevera’ le operazioni bancarie di Wachovia per $2.1 miliardi in azioni, assumendo $53 miliardi in debiti. La mega-merger, che dara’ vita a una delle piu’ grandi banche commerciali del mondo, in un panorama che continua ad essere terremotato di ora in ora per l’acuirsi della crisi finanziaria, e’ stata “guidata”, oltre che dalla FDIC stessa, anche dalla Federal Reserve e dal Segretario al Tesoro Henry Paulson, in consultazione con il presidente degli Stati Uniti George Bush. La decisione e’ stat presa per evitare condizioni di instabilita’ sul mercato finanziario, alla luce delle attuali difficili turbolenze.

Il titolo Wachovia, in evidente difficolta’ fin dagli scambi del pre-borsa a Wall Street, ha accelerato al ribasso, violando il supporto dei $2.00. Al momento la perdita e’ superiore all’80%.

Non e’ ancora chiaro quale criterio sia stato utilizzato per scegliere Citigroup invece di Wells Fargo, che pure ha condotto lunghe trattative con Wachovia, in quanto la seconda e’ decisamente piu’ capitalizzata e “solida”. Citi assorbira’ perdite fino a $42 miliardi relativi ad un pacchetto di prestiti per $312 miliardi. Le restanti perdite saranno assorbite dalla FDIC. Citigroup rileva attivo e passivo di Wachovia, comprese le controllate AG Edwards e Evergreen. Citi si assume anche tutti i debiti (senior e subordinati) di Wachovia e ha garantito alla Fdic $12 miliardi in azioni privilegiate e warrants per compensarla dell’eventuale rischio corso dalla Fdic.

In ogni caso i depositi dei clienti Wachovia godranno di totale garanzia e copertura. “L’accordo rendera’ possibile la continuazione dei servizi finora forniti dalla banca e soprattutto la protezione dei depositanti”, ha dichiarato Sheila C. Bair, presidente della FDIC.