Crisi: Merkel e Sarkozy al momento contrari a eurobond

10 Dicembre 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – La Germania ribadisce che emettere un eurobond non sarebbe di nessun aiuto. Al termine di un bilaterale con il presidente francese Nicolas Sarkozy, la Merkel ha ribadito anche il suo no all’aumento delle risorse del fondo europeo, trovando pieno appoggio dalla Francia. La dotazione attuale è sufficiente, ha ricordato il cancelliere tedesco, sottolineando che per l’aiuto all’Irlanda è stato impegnato meno del 10% del fondo. Germania e Francia hanno ribadito poi il pieno sostegno per l’euro. A tal proposito il premier francese ha affermato: “siamo profondamente legati all’euro e faremo tutto quanto è necessario per salvaguardarlo. L’Euro è l’Europa e l’Europa è il nostro futuro”. Dello stesso avviso la Merkel: “la Germania e gli altri paesi faranno tutto quanto è necessario per difendere l’euro” poiché esso “ha un significato che va oltre la mera valuta”. “Se fallisce l’euro, fallisce l’Europa. Questo è molto grave” ha detto il cancelliere tedesco.