CRISI: BORSA RUSSA CHIUSA PER ECCESSO DI RIBASSO FINO AL 10 OTTOBRE

8 Ottobre 2008, di Redazione Wall Street Italia

Il Micex, la borsa russa più liquida che scambia in rubli, ha sospeso le contrattazioni fino a venerdì 10 ottobre dopo che l’indice ha perso più del 14% nei primi 35 minuti di negoziazione. Lo ha comunicato la borsa moscovita, che ha sospeso le negoziazioni alle 11,05 locali (7.05 GMT).


Alla stessa ora è stata chiusa l’altra borsa di Mosca, l’RTS , che tratta in dollari e che resterà sospesa fino a nuove disposizioni dell’autorità di vigilanza sui mercati. Subito prima della sospensione l’indice aveva perso l’11,25% scendendo a un minimo da luglio 2005. Precipitano i titoli russi che trattano a Londra, con l’indice FTSE Russia dei Global Depositary Receipts in calo del 17%.