CRESCE PREOCCUPAZIONE PER ECONOMIA MONDIALE

14 Settembre 2001, di Redazione Wall Street Italia

Politici nei paesi piu’ industrializzati nel mondo hanno ammesso che l’attacco terrorista agli Stati uniti potrebbe portare a un duro colpo all’economia globale.

Dal momento che in questa situazione di shock sembra difficile per i mercati finanziari comprendere l’enormita’ dell’evento, le banche centrali sono incerte su come rispondere in maniera tale che una crisi finanziaria non si aggiunga alla tragedia avvenuta nel mondo.

I ministri della finanza del G7 stanno considerando la possibilita’ di spostare il meeting di questo mese dall’Italia a Washington.

“Le banche centrali stanno monitorando la situazione accuratamente e sono pronte a intraprendere le azioni necessarie per essere sicuri che la liquidita’ sia disponibile e che il sistema dei regolamenti internazionali continui a funzionare nel modo piu’ agevole possibile” ha dichiarato alla Reuters Andrew Crockett, general manager della Banca dei Regolamenti Internazionali.

“Al di la’ di questo, non e’ facile capire adesso quali iniziative sono appropriate” ha concluso Crockett.