Cresce il trading online in Italia. Ecco l’offerta di XTB

19 Luglio 2022, di Redazione Wall Street Italia

Il 2020, oltre a essere ricordato con l’arrivo della pandemia sarà ricordato anche con l’esplosione del trading online. Non potendo spendere ed usufruire dei diversi servizi, gli italiani hanno riallocato la liquidità verso il mondo del trading e degli investimenti. Nel 2020 si stima un incremento del numero dei trader in Italia del 40%, facendo salire il numero da 3,6 milioni a circa 5 milioni e nel 2021 un ulteriore incremento del 25%, che fa salire il numero dei trader a 6,3 milioni il numero di quelli che svolgono attività con broker autorizzati. Un’impennata ulteriore arriva dalla stima degli intermediari non autorizzati che svolgono attività in Italia, circa il 32%, che fa lievitare il già notevole numero a circa 8,2 milioni.

Prima di scegliere il broker più adatto a noi, è necessario porsi alcune domande, quali:

  • Quanto costa la commissione sull’apertura del conto?
  • Quali sono le possibili commissioni sul trading?
  • E sui dividendi?
  • A quanto ammontano le commissioni sulla chiusura del conto?
  • Il broker è regolamentato?
  • Qual è il suo track record?

Uno dei principali broker europei, oltre che uno dei maggiori al mondo, è XTB.

Chi è il XTB

XTB è presente sul mercato da oltre 20 anni, è quotato in borsa, ha sede in Polonia e uffici in una dozzina di paesi, tra cui Regno Unito, Spagna, Germania, Francia, Cile e gli Emirati Arabi.

XTB è quotata alla Borsa di Varsavia dal 2016 e ambisce una ulteriore espansione geografica verso Medio Oriente, Africa e America Latina.

Tra le principali caratteristiche che distinguono il broker dai propri peer è il coinvolgimento di Josè Mourinho, leggendario allenatore di calcio, come ambasciatore del marchio. Ma anche l’offerta di trading sulle azioni gratuita (zero commissioni fino a 100.000 euro, poi commissione di 0,2%, per un minimo di 10EUR) disponibile in Italia, Polonia, Repubblica Ceca, Slovacchia, Romania, Germania, Francia, Spagna e Portogallo.

Valentina Magri | Wall Street Italia

xStation 5, la pietra miliare del gruppo XTB

XTB è anche una società fintech, che combina vari servizi finanziari grazie alla tecnologia potente. Attualmente, offre una sola piattaforma di trading: la sua pluripremiata xStation 5.

La qualità di questa piattaforma è testimoniata dal fatto che 9 clienti su 10 preferiscono utilizzare xStation rispetto a MT4 (non più presente nell’offerta di XTB), grazie all’evoluzione tecnologica.

La piattaforma è disponibile in tre versioni: desktop, web e mobile (per smartphone e tablet).

Valentina Magri | Wall Street Italia

Zero commissioni per le operazioni su XTB

Sulla piattaforma di trading online XTB si può investire in oltre 2.100 CFD (credit default swaps), che possono essere suddivisi in diversi gruppi: azioni, indici, Forex, materie prime, criptovalute ed ETF.

Dalla seconda metà del 2020, XTB offre ai clienti italiani trading senza commissioni (zero commissioni fino a 100.000 euro, poi commissione di 0,2%, per un minimo di 10EUR) su oltre 3000azioni ed ETF reali (non CFD) in oltre una dozzina di paesi europei e degli Stati Uniti.

 

 

I CFD sono strumenti complessi e presentano un rischio significativo di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria.

Il 79% dei conti di investitori al dettaglio perdono denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore.

Valuti se comprende il funzionamento dei CFD e se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.