Credito Siciliano riduce l’utile nel 2009

25 Febbraio 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Il Consiglio di Amministrazione del Credito Siciliano, banca del Gruppo Credito Valtellinese, riunitosi sotto la presidenza di Carlo Negrini, ha esaminato e approvato il progetto di bilancio dell’esercizio 2009, le cui evidenze confermano un’apprezzabile evoluzione delle principali grandezze patrimoniali, pur in un difficile contesto congiunturale. Relativamente agli aggregati patrimoniali, positivo è l’andamento dei crediti verso la clientela pari a 2.758 milioni di euro, in aumento del 6,3% rispetto a 2.594 milioni di fine 2008, confermando l’impegno e la costante attenzione della Banca allo sviluppo dell’economia del territorio. La raccolta diretta pari a 3.153 milioni di euro registra un aumento del 7,3% rispetto a 2.939 milioni del dicembre 2008. La raccolta indiretta si attesta a 1.187 milioni di euro, in leggera contrazione rispetto a 1.219 milioni del precedente esercizio, tuttavia la componente “gestita”, con una consistenza di 795 milioni di euro, evidenzia un progresso del 6,7%. La raccolta globale, in incremento del 4,4%, passa così da 4.157 milioni di euro a 4.340 milioni. Gli oneri operativi assommano a 115,9 milioni di euro, con un incremento del 2,8% a/a, e concorrono a determinare un risultato netto della gestione operativa di 42,6 milioni di euro, in flessione del 26,5%, rispetto a dicembre 2008. Le rettifiche di valore per deterioramento crediti e gli accantonamenti ai fondi per rischi e oneri, sono complessivamente pari a 24,7 milioni di euro, rispetto a 31,9 milioni di euro dell’esercizio precedente. L’utile lordo dell’operatività corrente si attesta pertanto a 17,9 milioni di euro rispetto a 26,1 milioni. Gli oneri fiscali del periodo, pari a 8 milioni di euro, determinano un utile netto di 9,9 milioni di euro rispetto a 12,4 milioni dell’esercizio 2008. All’Assemblea degli Azionisti, convocata in sede ordinaria il prossimo 31 marzo, sarà proposta la distribuzione dell’utile con l’assegnazione di un dividendo di 0,90 euro per azione, pari a quello distribuito nel 2009. Il dividendo sarà posto in pagamento dal 12 aprile 2010.