Credit Suisse: dieci idee di investimento per il 2021

21 Ottobre 2020, di Mariangela Tessa

Dopo un 2020 in altalena per i mercati azionari, la cui perfomance è stata condizionata dalla crisi economica causata dalla pandemia da coronavirus, gli analisti di Credit Suisse provano a delineare il loro portafoglio ideale per il 2021.

Un anno che, secondo le stime degli analisti della banca elvetica – dovrebbe essere caratterizzato da una crescita mondiale sopra le stime, indebolimento del dollaro, la distribuzione del vaccino anti-Covid e un‘impennata dell’inflazione.

Ecco i settori su cui puntare

1-Utilities europee con un focus sulle rinnovabili: il settore,  recentemente promosso a overweight, beneficerà tra le altre cose del rafforzamento dell’euro e del crescente impegno dei paesi a ridurre le emissioni di carbone, in linea con i programmi europei della Commissione

2- Commodity: le cui quotazioni, come spiegano gli esperti dovrebbero beneficiare dell’aumento della domanda dalla Cina e del Pil globale in generale ma anche dall’indebolimento del dollaro

3- Settore delle costruzioni: il punto di partenza è particolarmente interessante, secondo gli analisti, perchégli investimenti del governo in infrastrutture sono nella maggior parte dei paesi dal 20% al 30% al di sotto della media a lungo termine (i governi hanno tagliato la spesa per le infrastrutture nell’ultima recessione).

4- Hi-tech cinese: secondo Credit Suisse, le principali società tecnologiche cinesi stanno negoziando a prezzi insolitamente bassi rispetto ai mercati globali, mentre le revisioni degli utili sono significativamente migliori rispetto ai competitors. Tra i titoli preferiti: Alibaba.

5 – Tlc: il 5G e la banda larga superveloce metteranno sotto i riflettori questo settore visti come una necessità. P / E ai minimi da 20 anni. Tra le azioni preferite, Ericsson.

6 – Global Emerging Market: sovrappesare i mercati emergenti, soprattutto la Corea del SUD

7 – Bevande alcoliche: Pernod e Heineken sono indicate come le azioni che correranno di più

8 – Oro: in base alle stime dell’ufficio studi della banca elvetica dovrebbe crescere fino a $2,500 per oncia

9 – Assicurazioni: tra i titoli preferiti Zurich e Lancashire (entrambi Outperform)

10 – Difesa: la spesa crescerà probabilmente al di sopra del PIL a livello globale in un mondo sempre più tripolare. Valutazioni USA ai minimi da 20 anni. BAE a buon mercato.