Credem si rifà il trucco e piace agli investitori

25 Giugno 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Ottimo avvio di sessione per Credem, che mostra sul listino milanese un guadagno del 2,39% a 4,8125 euro facendo meglio dell’intero comparto bancario italiano, oggi generalmente ben imposttao dopo la debacle della vigilia. La società è fresca reduce da una semplificazione della governance per assecondare le disposizioni emanate dalla Banca d’Italia in materia di organizzazione e controllo societario degli istituti di credito. Le funzioni di capogruppo sono state così trasferite da Credem Holding alla controllata Credembanca, che è anche la compagnia quotata a Milano. Il CdA di Credembanca assume ora la direzione, il controllo e il coordinamento del gruppo, che fa capo alla famiglia Maramatti. Credem Holding è invece diventata una finanziaria di partecipazioni (che restano immutate) a tutti gli effetti. Il riassetto mira a ridurre i costi e a raggiungere l’ambiziono piano industriale che vuole raggiugere nel 2012 un utile netto di 206 mln di euro, in decisa crescita rispetto ai 157 mln del 2008.