COVERED WARRANT: COSA DICE LA CONSOB (2)

23 Marzo 2001, di Redazione Wall Street Italia

1. Origini e cause del fenomeno: evoluzione del portafoglio finanziario degli investitori individuali e della struttura patrimoniale delle banche.

L’origine del fenomeno di classamento massivo di obbligazioni strutturate nei portafogli dei clienti delle banche e` da collegare temporalmente all’esigenza delle banche di incrementare la raccolta ordinaria a medio termine e, secondariamente, in un contesto estremamente dinamico di ricomposizione del portafoglio degli investitori individuali.

Le favorevoli condizioni macroeconomiche che si sono determinate in Italia a partire dal 1997, con la progressiva discesa del livello dei tassi di interesse, hanno stimolato, da un lato, la concorrenza sul mercato dei prestiti bancari, dall’altro, una domanda sostitutiva di titoli di debito a reddito fisso ed incrementale di attivita` finanziarie rischiose, domanda che si e` canalizzata fondamentalmente verso l’investimento diretto ed indiretto (2) in azioni di societa` quotate nei mercati regolamentati domestici ed esteri.

La lettura dei dati sulla composizione percentuale del portafoglio aggregato di attivita` finanziarie del c.d. “operatore famiglie” e` rivelatrice del profondo cambiamento delle preferenze degli investitori individuali registratosi nel periodo 1997-1998.

Il marcato posizionamento del portafoglio suddetto su livelli superiori di rischiosita` (3) e` stato accompagnato da un fortissimo deflusso degli investimenti in certificati di deposito bancari (Altri depositi bancari), oltre che in titoli di Stato a breve e medio-lungo termine, deflusso non compensato dall’aumento (modesto) della liquidita` posseduta (Biglietti e depositi a vista) il cui peso percentuale si e` peraltro ridotto. Nel processo di aggiustamento e` da evidenziare la brusca riduzione della differenza tra l’incidenza dei titoli di Stato a medio-lungo termine e le obbligazioni bancarie, differenza che e` variata dall’11,4% all’1,4%.

————————————————–

(2) Si ha un investimento diretto qualora il mercato si pone in contropartita diretta dell’investitore. Per converso, l’investimento indiretto e` realizzato dal cliente attraverso l’aquisto di quote di OICR, fondi pensione, la sottoscrizione di contratti assicurativi la cui prestazione e` indicizzata al mercato mobiliare, di gestioni patrimoniali, nonche` mediante l’aquisto di obbligazioni con componente derivativa ancorata al mercato azionario e di covered warrant.

(3) Le classi di investimento denominate Azioni e Partecipazioni e Quote di fondi comuni hanno fatto registrare una variazione dell’incidenza percentuale di assoluto rilievo – dal 25,6% al 43,5% – nel portafoglio aggregato degli investitori individuali.

* Giuseppe D’Agostino, Consob, Divisione Intermediari.

* Marcello Minenna, Consob, Divisioni Intermediari.

2) Continua>>>

SULL’ARGOMENTO VEDI ANCHE:


COVERED WARRANT: COSA DICE LA CONSOB (1)
COVERED WARRANT: LA REAZIONE DEI LETTORI/6
L’IRRESISTIBILE FASCINO DEI COVERED WARRANT
COVERED WARRANT: LA REAZIONE DEI LETTORI/5
COVERED WARRANT: LA REAZIONE DEI LETTORI/4
PERCHE’ CON I COVERED WARRANT SI PERDE
COVERED WARRANT: MIGLIAIA DI DELUSI
COVERED WARRANT: LA REAZIONE DEI LETTORI/3
COVERED WARRANT: LA REAZIONE DEI LETTORI/2
COVERED WARRANT: LA REAZIONE DEI LETTORI/1
LETTERE A WSI: DENUNCIA CONTRO UNICREDITO