Società

COVERED BOND, DRAGHI TENTA
DI ALLARGARE
LE MAGLIE

Questa notizia è stata scritta più di un anno fa old news

Il contenuto di questo articolo esprime il pensiero dell’ autore e non necessariamente rappresenta la linea editoriale di Wall Street Italia, che rimane autonoma e indipendente.

(WSI) – Banca d’Italia in manovra sui covered bond. L’istituto centrale ha messo a punto una nuova bozza di regolamento di vigilanza per le obbligazioni bancarie garantite. Il nuovo documento di Bankitalia viaggia parallelamente al decreto che il ministero dell’Economia sta riscrivendo dopo la bocciatura della prima versione da parte del Consiglio di Stato. Via Nazionale, in pratica, approfittando dello stop imposto dai consiglieri di Palazzo Spada, ha ritoccato il testo originario delle norme di vigilanza, che agli operatori del settore erano apparse un po’ troppo rigide.

Hai mai provato ad abbonarti a INSIDER? Scopri i privilegi delle informazioni riservate, clicca sul
link INSIDER

Il vecchio regolamento di Palazzo Koch, secondo gli istituti di credito, riduceva significativamente le possibilità di utilizzo di questo strumento. Ciò perché l’emissione non poteva superare la soglia del 5% del portafoglio crediti. L’Istituto centrale, in sostanza, ha spazzato via quel vincolo mettendo sul tavolo un meccanismo più snello che consente emissioni di fatto senza vincoli.

Le banche dovranno però rispettare due requisiti: un patrimonio di vigilanza pari ad almeno 500 milioni di euro e un coefficiente patrimoniale non inferiore al 10%. Il regolamento dell’istituto guidato da Mario Draghi raccoglie, dunque, i suggerimenti dei banchieri ed è aperto alla consultazione degli operatori del settore per circa un mese, per eventuali suggerimenti dell’ultim’ora.

Ma prima di vedere nel mercato italiano le obbligazioni garantite bisognerà attendere il disco verde del Consiglio di Stato alla nuova versione del decreto di Via XX Settembre. Che nella stesura finale del suo provvedimento, comunque, dovrà tener conto anche delle novità introdotte dalla Banca d’Italia.

Copyright © Bloomberg – Finanza&Mercati per Wall Street Italia, Inc. Riproduzione vietata. All rights reserved