CORRADO PASSERA: EUROPA HA RETTO MEGLIO LA CRISI

4 Febbraio 2010, di Redazione Wall Street Italia

“L’Europa ha retto meglio la crisi, ora la priorità è la coesione sociale e l’emergenza numero uno che è l’occupazione”. Lo afferma l’amministratore delegato di Intesa Sanpaolo, Corrado Passera in un’intervista al Corriere della Sera.

Passera si dice d’accordo “sulla necessità di regole globali per evitare il ripetersi degli eccessi degli ultimi anni” e sottolinea come “Sarkozy, Obama e anche Draghi distinguano tra le banche dell’economia reale da quelle che non dovrebbero nemmeno chiamarsi banche perché fanno solo o prevalentemente finanza, trading o speculazione. Sono attività diverse ed è ora che abbiano regole e controlli del tutto diversi. Le vere banche commerciali – aggiunge – e soprattutto quelle che non hanno mai smesso di esserlo anche quando non era più di moda, devono essere messe nelle condizioni di sostenere al meglio famiglie e imprese”.

Quindi Passera si dice convinto che la ricetta di Obama che vuole impedire alle banche commerciali di accumulare rischi in modo incontrollato, “può funzionare”.

Le regole, prosegue, “deve farle la politica e ci aspettiamo che le faccia. L’auspicio è che si facciano alla svelta per togliere l’estrema incertezza che oggi fa male a tutti. E che lo facciano in maniera coordinata e coerente perché i mercati sono globali”.

Passera risponde quindi alla domanda sui ‘bonus milionari’ ai banchieri affermando che “quella dei bonus, soprattutto, ma non solo, ai traders americani, è un’enormità insopportabile” ma, precisa, l’emendamento che prevede un tetto agli stipendi “dimostra l’incapacità di affrontare razionalmente il problema”.