Corporate UE: S&P, tasso di default visto in miglioramento ma…

2 Dicembre 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Il tasso di default del credito corporate europeo dovrebbe scendere nel 2011, ma non è eslcusa una ripresa nei tempi successivi a causa di nuove esgenze di rifinanziamento. Questo, in estrema sisntesi, quanto contenuto nel consueto report sul credito delle aziende elaborato da Standard & Poor’s. L’agenzia di rating afferma che il tasso di default è sceso a fine settembre al 5,9% rispetto al valore massimo del 14,8% toccato nel terzo trimestre del 2009. Per fine anno il dato dovrebbe scendere fino al 4%, abbandonando così il 4,3% della media a lungo termine per la prima volta dalla fine del 2008. Alla fine del 2001 S&P prevede un tasso al 3,8%, soprattutto grazie al miglioramento del’economia. Nonostante ciò, ha spiegato l’agenzia, si potrebbe verificare una ulteriore erosione della qualità creditizia corporate.