Coronavirus: Kudlow, “opportunità per investitori di lungo termine”

26 Febbraio 2020, di Alberto Battaglia

Mentre Wall Street subiva lo schiaffo del peggior avvio di settimana mai registrato negli ultimi due anni, il più importante fra i consiglieri economici della Casa Bianca, Larry Kudlow, ha cercato di rovesciare la prospettiva. Se le borse sprofondano per colpa del coronavirus, questa è soprattutto un’opportunità di acquisto a prezzi vantaggiosi per gli investitori a lungo termine.

Il direttore del National economic council lo ha dichiarato nel corso di un’intervista rilasciata all’emittente Cnbc: “La storia del virus non durerà per sempre. Secondo me, se sei un investitore là fuori e hai un un punto di vista a lungo termine, io ti suggerirei seriamente di dare un’occhiata al mercato, al mercato azionario, che è oggi molto più economico rispetto a quanto non fosse una o due settimane fa”.

A innescare la nuova ondata di vendite negli Stati Uniti, nella giornata di martedì, era stato un avvertimento di alcuni funzionari del Centers for Disease Control and Prevention, secondo i quali esiste il rischio concreto che il coronavirus prenda piede anche in Nord America (uno scenario definito come “probabile”).

“I mercati ovviamente stanno riflettendo paure nuove”, ha aggiunto Kudlow, “C’è molta volatilità là fuori, ma non penso che quelli di cui si parla siano fattori fondamentali… questa cosa finirà”. Secondo il consigliere economico di Donald Trump, dunque, lo scenario in cui l’epidemia di coronavirus si tradurrà in una “tragedia economica”, dovrebbe essere considerato improbabile.

La direttiva di Trump: vietate le previsioni su coronavirus

Mercoledì 26 febbraio il Washington Post, citando due fonti a contatto con il pensiero del presidente americano, ha scritto che Trump sarebbe su tutte le furie per il calo dei mercati sperimentato a inizio settimana.
Pertanto l’ordine presidenziale inoltrato ai portavoce del governo sarebbe stato quello di astenersi dal fare previsioni sul possibile impatto del virus sull’economia, in modo da evitare ulteriori ribassi.