CONTINUA IL RALLY DELL’AZIONARIO USA

16 Giugno 2003, di Redazione Wall Street Italia

Seduta in forte rialzo per le borse americane, sull’onda dei segnali incoraggianti provenienti dal fronte macroeconomico.

Il Dow Jones si avvicina ai 9.300 punti. Il Nasdaq viaggia nettamente sopra i 1.600.

Al New York Stock Exchange e’ in effetto il blocco degli ordini automatici di acquisto, una misura per evitare gli eccessi di rialzo.

A livello settoriale, acquisti su biotech (BTK), compagnie aeree (XAL) e finanziari (DJ_FIN).

Alle 18:00 italiane (le 12:00 ora di New York) al New York Stock Exchange erano stati scambiati 509 milioni di pezzi, mentre al Nasdaq ne erano passati di mano 836 milioni. Al NYSE i titoli in rialzo erano 2.251, contro 867 in ribasso, mentre al Nasdaq il rapporto era di 1.861 a 1.058. I nuovi massimi al NYSE erano 285, contro 3 nuovi minimi, mentre al Nasdaq il rapporto era di 156 a 9. L’indice della volatilita’ implicita VIX segnava un ribasso del 2,75%, a 22,25 punti. Al mercato dei Treasury, il rendimento sulla scadenza a 10 anni (TNX), benchmark della categoria, si attestava al 3,13%, mentre quello sulla scadenza a 2 anni era all’1,14%. Ricordiamo che il rendimento segue un andamento inverso rispetto ai prezzi. Da segnalare che il rendimento sui titoli a 2 anni continua a muoversi sotto il tasso sui Fed Fund, un evento verificatosi solo altre cinque volte negli ultimi 14 anni e seguito in ciascuna occasione da una revisione al ribasso del costo del denaro.

Verificare aggiornamento indici IN TEMPO REALE in prima pagina

A portare una nuova ventata di ottimismo tra gli investitori e’ stata la strepitosa performance del New York Empire State Index, che monitora l’attivita’ economica attuale e prospettica dello stato di New York e che molti considerano un anticipatore della situazione nazionale. A giugno il dato, redatto dalla Federal Reserve, si e’ attestato a 26,8 punti (il livello piu’ alto di sempre), contro i 10,6 del mese precedente e gli 8,8 attesi.

Buone notizie sono arrivate anche dal settore agricolo, che dopo cinque anni di recessione sta registrando un aumento dell’export e del fatturato.

“Anche i piu’ piccoli segnali di ripresa economica sono accolti con gran favore a Wall Street in questo momento – sottolinea Roy Blumberg, chief equity strategist di Sterne Agee and Leach, intervistato dal sito CBS MarketWatch.com -. Gli investitori sperano che le notizie provenienti dai fronti macro e societario giustifichino i forti acquisti degli ultimi mesi”.

Indicazioni piu’ significative sull’andamento della congiuntura a stelle e strisce arriveranno nella giornata di domani, con i prezzi al consumo e la produzione industriale di maggio.

Cresce intanto l’attesa per le prossime mosse della Fed sul costo del denaro. Secondo un sondaggio dell’agenzia Bloomberg, nove primary dealer su 22 si aspettano un taglio di 50 punti base nella riunione del 24-25 giugno, che porterebbe i tassi d’interesse allo 0,75%. Gli altri 13 prevedono una riduzione dello 0,25%. Venerdi’ i future sui Fed Fund davano al 62% le probabilita’ di un taglio di 50 punti base e al 100% quelle di 25 bp.

Le attese di una nuova revisione al ribasso del costo del denaro USA pesano sul biglietto verde, che in mattinata era arrivato a un soffio dai minimi storici di 1,1933 registrati il 27 maggio scorso, per poi recuperare terreno.

Oltre che ai segnali incoraggianti provenienti dal fronte macro, alcuni operatori giudicano il rally odierno dell’azionario “un’esagerazione del movimento realzista in atto” dovuta alle scadenze tecniche di venerdi’ 20 giugno, che segna la fine della prima meta’ dell’anno.

Sul fronte societario, gli investitori hanno accolto con favore l’upgrade di Soundview sul colosso Internet Yahoo! (YHOO – Nasdaq). Ma non tutte le notizie sono positive. Da segnalare in particolare il pessimismo di Merrill Lynch sul settore hardware (GHA) e quello di Lehman Brothers sull’intero comparto hi-tech.

Per quanto riguarda i profitti delle aziende, in settimana sono attese le trimestrali dei retailer di prodotti elettronici Circuit City (CC – Nyse) e Best Buy (BBY – Nyse), della societa’ di semiconduttori Micron Technology (MU – Nyse), dell’azienda di software Red Hat (RHAT – Nasdaq) e dei broker Morgan Stanley (MWD – Nyse) e Lehman Brothers (LEH – Nyse).

Per tutti i dettagli sui titoli che stanno movimentando la sessione odierna clicca su TITOLI CALDI, RUMORS, TARGET NEWS, RATINGS e MARKET WATCH,
in INSIDER
.