Consulenti finanziari, a maggio in calo la vendita di polizze a 1 mld (-10% annuo)

9 Luglio 2019, di Massimiliano Volpe

Nel mese di maggio i consulenti finanziari hanno intermediato un volume di nuove polizze pari a 1 miliardo, in linea con il mese precedente ma in calo del 10,4% rispetto allo stesso mese del 2018. Lo rende noto l’Ania. Da gennaio la nuova produzione ha raggiunto un ammontare pari a 5,5 mld, registrando una crescita del 5,6% rispetto all’analogo periodo del 2018.

Su quali prodotti si sono orientate le preferenze dei consulenti? Nel dettaglio i nuovi premi di Ramo I hanno rappresentato poco più della metà del totale mensile raccolto dai consulenti, per un ammontare pari a 521 mln, in aumento (+5,1%) rispetto all’analogo mese del 2018. Da inizio anno la nuova produzione ha raggiunto un volume premi pari a 3,5 mld, il 59,2% in più rispetto a quanto emesso nei primi cinque mesi dell’anno precedente.

La parte rimanente dei nuovi affari è costituita essenzialmente da premi di Ramo III, esclusivamente di tipo unit-linked, che nel mese di maggio, pur registrando l’ammontare più alto da inizio anno, osservano ancora una contrazione annua (-21,4%) rispetto all’analogo mese del 2018. Da gennaio il volume di nuovi affari di tali polizze è stato pari a 2 mld, in calo del 34% rispetto all’analogo periodo del 2018.

Nel mese di maggio i consulenti finanziari hanno collocato nuove polizze di capitalizzazione (Ramo V) per un importo pari a quasi 5 mln, raddoppiato rispetto al mese precedente ma in calo (-70,2%) rispetto all’analogo mese del 2018. Nei primi cinque mesi dell’anno il canale ha raccolto 17,1 mln di nuovi premi, l’8,8% in più rispetto all’analogo periodo dell’anno precedente.
Le nuove polizze di Ramo VI collocate da inizio anno hanno raggiunto un importo pari a 4 mln, in aumento del 45,3% rispetto al corrispondente new business del 2018.

Complessivamente nel mese di maggio la nuova produzione di polizze vita raccolta in Italia da tutti i canali di vendita (agenti, banche, consulenti) è stata pari a 7,1 mld di euro, in calo, dopo due mesi consecutivi di variazione positiva, rispetto allo stesso mese del 2018 (-6,8%). Da inizio anno i nuovi premi vita emessi hanno raggiunto 37,1 mld, registrando una crescita dell’1,9% rispetto all’analogo periodo dell’anno precedente.