Consulenti Farnesina denunciati per frode superiore a 1,6 milioni

16 Marzo 2012, di Redazione Wall Street Italia

Roma – Una frode di un valore superiore all’1,6 milioni di euro. L’ultimo scandalo vede coinvolta la Farnesina: 29 consulenti del Ministero degli Affari Esteri sono stati infatti denunciati dai finanzieri del Comando Provinciale di Roma, a vario titolo, per aver percepito, attraverso false autocertificazioni, indennità di missione per oltre 1,6 milioni di euro.

Insieme alla Guardia di Finanza, la Farnesina si era messa già in anno negli ultimi mesi per trovare le prove sui casi di frode messi in atto dagli esperti esterni dell’amministrazione del Ministero. Si fatto, il comunicato afferma che l’indagine è scattata un anno, su richiesta dello stesso Ministero degli esteri, che aveva individuato irregolarità nelle dichiarazioni di residenza presentate da consulenti, non appartenenti al ministero degli Esteri, nel settore della cooperazione allo sviluppo; in quel momento, il Ministero aveva chiesto l’aiuto investigativo della Guardia di Finanza.

I particolari dell’operazione saranno illustrati dagli inquirenti nel corso di una conferenza stampa che si terrà alle ore 11 alla sede del Nucleo Polizia Tributaria di Roma (via dell’Olmata n. 45), alla presenza del ministro plenipotenziario Elisabetta Belloni e del direttore generale per la cooperazione e lo sviluppo della Farnesina.