Confapi: Galassi, bene Sacconi, SI a riforma fiscale per PMI

18 Febbraio 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Apprezziamo le parole del Ministro Sacconi, che preannuncia grandi riforme, tra cui quella fiscale, per il prossimo periodo di quiete elettorale. Confidiamo che queste iniziative vengano messe effettivamente in atto subito dopo le elezioni regionali, perché non possiamo permetterci di perdere altro tempo – così Paolo Galassi, Presidente di Confapi (120 mila imprese, per 2,3 milioni di addetti) commenta le dichiarazioni rilasciate oggi dal Ministro del Welfare – La caduta si è arrestata, ma non siamo ancora a galla. Il sistema produttivo ha quindi bisogno di una spinta verso l’alto per trainare l’Italia verso la ripresa”. E’ quanto si legge in una nota. “Il clima è ancora di incertezza e la questione occupazionale resta preoccupante, come attestano le previsioni odierne dell’ Isae sull’aumento della disoccupazione nel prossimo biennio e i dati in nostro possesso, che rilevano che una PMI su tre teme di essere costretta a ridimensionare il personale nei prossimi mesi”. “Si può e si deve fare qualcosa. Dopo l’impegno delle urne non ci devono essere più alibi perché urge una riforma fiscale che tenga conto delle peculiarità dell’industria di piccole e medie dimensioni – conclude Galassi – Per andare in questa direzione, deve essere l’Irap il primo nodo da sciogliere; in questo momento credo che non esista miglior incentivo alla crescita produttiva e occupazionale di un suo alleggerimento”.