Confapi, firmato contratto Unionmeccanica

4 Giugno 2010, di Redazione Wall Street Italia

(Teleborsa) – Nella tarda serata di ieri è stata raggiunta l’intesa tra UNIONMECCANICA-CONFAPI e FIM-CISL, UILM-UIL per il rinnovo del CCNL scaduto in data 31 gennaio 2010. L’accordo prevede una durata di 36 mesi e copre il periodo a decorrere dal 1 giugno 2010 con scadenza al 31 maggio 2013. A regime gli aumenti previsti sono stati determinati nella misura di Euro 122,00 al 5° livello a fronte del prolungamento del CCNL alla nuova scadenza convenuta. L’elemento perequativo, già previsto dal precedente CCNL, è stato incrementato, su base annua, a decorrere dal 2011, di Euro 195,00. Ulteriori normative, che riconoscono le specificità del comparto rappresentato da UNIONMECCANICA-CONFAPI, sono state concordate in materia di bilateralità e mercato del lavoro (tempo determinato, part time) ed è stato previsto il recepimento degli accordi interconfederali intervenuti in materia di apprendistato, ambiente e sicurezza sul lavoro. Rilevante aspetto del nuovo CCNL è il rinvio alla contrattazione di 2° livello che prevede, a titolo sperimentale, la possibilità di essere effettuata a livello territoriale per la durata di vigenza del CCNL in alternativa a quella aziendale. l termine del negoziato Marco Nardi, Presidente di UNIONMECCANICA, ha sottolineato l’importanza dell’accordo raggiunto nonostante le grandi difficoltà in cui versa il settore metalmeccanico, in particolare quello delle piccole e medie imprese. “UNIONMECCANICA-CONFAPI – ha detto Nardi – non si è sottratta al confronto con le organizzazioni sindacali e ritiene di aver sottoscritto un rinnovo contrattuale coraggioso ed innovativo, a salvaguardia della competitività delle imprese, garantendo al contempo un giusto equilibrio tra costi e benefici”.