Concordia, obiettivo rotazione 65 gradi [Live]

16 Settembre 2013, di Redazione Wall Street Italia

ROMA (WSI) – Sono slittate di tre ore l’inizio delle operazioni per la rotazione della Costa Concordia, a causa di un temporale che ha colpito l’Isola del Giglio.

La nave è imbragata con 36 cavi di acciaio con un tiro iniziale di 60 tonnellate. Ogni incremento di tiro equivarrà a circa 10 tonnellate. Per riportare in piedi lo scafo i cavi dovranno essere tirati di circa 21 metri, 3,5 metri per ogni ora in modo da effettuare un’azione costante ma non pericolosa per la struttura della nave.

ORE 7:30 – L’operazione Costa Concordia al centro dei commenti e dirette di televisioni e rispettivi siti online in tutto il mondo. Bbc, Cnn, Cbs, France 24, Sky News: molte emittenti hanno collegamenti in diretta, diversi siti stanno anche seguendo l’evento con dei ‘live blog’ e aggiornamenti in tempo reale, sia con commenti da Twitter che direttamente dal Giglio.

ORE 8:02 – Entro 30-60 minuti inizieranno le operazioni di ‘parbuckling’ della Costa Concordia. Lo ha annunciato Francesco Campopiano, responsabile del rischio ambientale della Protezione civile. Al momento, ha precisato, si stanno terminando le operazioni preliminari.
[ARTICLEIMAGE]
ORE 9:57 – Incomincia a vedersi la prima parte sommersa della Costa Concordia, completamente arrugginita. La nave ha ruotato di circa un metro.

ORE 10:13 – È in corso il disincagliamento dai due principali speroni di roccia cui il relitto è aggrappato. Questa fase durerà complessivamente circa un paio d’ore, per fare in modo che l’intricato sistema di cavi possa iniziare a sostenere il peso della nave.

ORE 10:14 – Potrebbero uscire 80mila metri cubi d’acqua dall’interno della nave. Si calcola infatti che sia squarciata su un fianco per 70 metri e si sia riempita di 236mila metri cubi di acque interne.

ORE 10:44 – La Concordia inizia a ruotare verso l’alto. Si calcola una rotazione da 1 a 3 gradi e una emersione di circa un metro.
[ARTICLEIMAGE]
ORE 10:54 – I cassoni posti sul lato emerso della nave si stanno, lentamente, immergendo nelle acque del Giglio.

ORE 11:30 – Momenti di tensione nelle operazioni. Il capitano in carica Nick Sloane riferisce su Twitter che a causa di qulche complicazione tecnica non meglio precisata ci potrebbe volere più tempo del previsto.
[ARTICLEIMAGE]
ORE 12.35 – La nave si è staccata dal fondale dell’isola del Giglio. Lo ha spiegato Sergio Girotto, project mangare di Micoperi, commentando la conclusione della prima fase delle operazioni per il raddrizzamento del relitto naufragato il 13 gennaio 2012.

Live streaming: