Mercati

Compagnia aerea bulgara: 4 società in gara

Questa notizia è stata scritta più di un anno fa old news

Rimangono solo in quattro le società interessate alla privatizzazione della compagnia di bandiera bulgara Bulgaria Air. Delle sei compagnie internazionali e locali, due si sono ritirare dopo. Si tratta della britannica Trans Atlantic e della Austrian Airlines. Entro il 17 agosto, invece, le quattro compagnie rimaste in corsa potranno presentare i loro bid per il 99,99 per cento di Bulgaria Air. La bulgara Hemus Air, il consorzio tra la greca Olimpic Investors e la statunitense York Management Investors, la bulgara Postbank e la Air One attraverso la sua controllata bulgara hanno ancora due settimane di tempo per valutare i documenti. La compagnia italiana aveva sottolineato di aver soltanto acquistato la documentazione e di non aver presentato nessuna lettera d’interesse, ma di essere in fase di valutazione. La privatizzazione del 99,99 per cento della compagnia dovrebbe concludersi entro l’inverno, se così non fosse Bulgaria Air rischia il fallimento.
La gara è aperta a investitori strategici e finanziari, europei o bulgari. Per i primi, i requisiti comprendono entrate da trasporti aerei per 150 milioni di euro negli ultimi due anni e la certificazione di aver servito almeno 750 mila passeggeri nello stesso periodo. Per gli investitori finanziari invece è necessaria la garanzia di asset per almeno 250 milioni di euro per gli ultimi due anni e partecipazioni in altre compagnie per almeno 150 milioni di euro.